SVolta

Voci di Menu
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Come organizzare nel dettaglio le attività tipiche del Servizio di Prevenzione e Protezione secondo la nuova norma UNI/Pdr/87:2020 e la Giurisprudenza ,tenendo conto dell’esperienza pandemica. Corso di aggiornamento per RSPP/ASPP, Dirigenti, Preposti e Formatori Area 1. Formazione a distanza “live” QUOTAZIONE AGEVOLATA

18 Settembre

Per la prima volta le attività del responsabile dei servizi di prevenzione e protezione vengono ordinate ed elencate in un documento unico, che certamente potrà produrre una migliore gestione della sicurezza e della salute sui luoghi di lavoro, sia da parte dei tecnici che da parte delle aziende.
Questo l’obiettivo dell’UNI con emanazione della nuova prassi.

Infatti,la figura del Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione sul lavoro è diventata ancora più cruciale nel periodo di gestione dell’emergenza sanitaria, e lo sarà ancora di più nei prossimi mesi, in cui è comunque fondamentale non abbassare la guardia nelle misure di contenimento del virus.

Questa esperienza,da valorizzare anche al di la dell’emergenza,ha fatto emergere talvolta capacita gestionali della crisi spiccate ma altrettante criticità derivanti dal dover affrontare situazioni non facilmente prevedibili.

Le aree di miglioramento sono ampie e per traguardare l’obiettivo non vi e altra soluzione che lo strutturare un organizzazione che conosca i dettagli delle attività,che anche nella normalità sono da portare avanti con metodo e quale può essere un loro approccio per processi.

Infatti da un punto di vista normativo l’art.33 del Testo unico poco ci supporta nella programmazione della quotidianità e cosi UNI e CNI (Consiglio Nazionale degli Ingegneri) hanno pubblicato la prassi di riferimento UNI/PdR 87:2020 “Servizio prevenzione e protezione – Attività tipiche del servizio di prevenzione e protezione così come previsto dall’art. 33 del D.Lgs. 81/2008” che fornisce elementi utili a tutti i soggetti coinvolti nella gestione della salute e sicurezza per espletare al meglio la loro funzione.

Cosi,nella prima parte del Webinar analizzeremo come UNI individua le aree di intervento, le attività tipiche e i compiti relativi al SPP, e come organizza tali attività in un approccio strutturato per processi che consente un’efficace sistematizzazione.

Nella seconda ci soffermeremo sui più recenti orientamenti giurisprudenziali sul tema, che potranno consentire una piena e completa comprensione sia del del quadro giuridico nel suo complesso e in tutte le sue sfaccettature sia di come i suggerimenti della nuova norma possano rispondere a quanto richiesto dai giudici. .

Destinatari
Datori di lavoro, RSPP, ASPP, HSE Manager, Dirigenti, Preposti,Consulenti in materia di Salute e Sicurezza, RLS, Membri di Organismi di Vigilanza ai sensi del D.Lgs.231/01. Avvocati e Professionisti.

Importante: per partecipare all’attività sarà necessario che la postazione sia attrezzata con microfono, altoparlanti e webcam

Programma

Scopo e campo di applicazione della prassi UNI

Area di intervento,attività tipiche e analisi dei compiti del Servizio di Prevenzione

Approccio per processi allo svolgimento delle attività del SPP

Indicazioni metodologiche per la determinazione dell’impegno annuo di un Servizio di Prevenzione e Protezione aziendale

I questionari degli enti di controllo per il miglioramento della prevenzione:I Piani Mirati di Prevenzione (PMP)

L’esperienza della pandemia come benchmark per il miglioramento nella normalità

“Gli orientamenti dei Tribunali e della Corte di Cassazione su:
– L’istituzione del SPP e l’effettivita’: gli “strumenti di autoadattamento” del sistema nell’organizzazione del Servizio a seconda delle diverse realtà produttive;
– Il contesto in cui opera il SPP: il ruolo del Servizio, il “lavoro di equipe” e la collaborazione con gli altri soggetti del sistema;
– Le competenze specialistiche del SPP/RSPP: il perimetro dell’ambito di competenza del SPP rispetto a quello del Datore di Lavoro e del Medico Competente, con particolare riferimento alla Valutazione dei rischi;
– In cosa consiste la “autonomia” del SPP/RSPP;
– Le informazioni che il SPP deve ricevere dagli altri soggetti e le segnalazioni che a sua volta l’RSPP deve effettuare;
– I sopralluoghi da parte del SPP e l’attività di “costante verifica di eventuali mutamenti, anche di fatto, dell’organizzazione aziendale”; le “circostanze evidenti dell’organizzazione”, in quanto tali “non ignorabili” (esempi tratti dai casi giurisprudenziali);
– Il SPP/l’RSPP e la valutazione dei rischi: la prevedibilita’, la valutazione dei rischi rari, l’aggiornamento del DVR;
– Il SPP/l’RSPP e il compito di elaborare le procedure di sicurezza;
– Il SPP/l’RSPP e il compito di proporre i programmi di formazione e informazione dei lavoratori;
– L’eventuale esorbitanza rispetto ai compiti dell’art.33: facendo cosa l’RSPP può diventare dirigente di fatto o preposto di fatto.”

Date, orario
18 settembre 2020 – Orario: 9.00-13.00
Agli iscritti verranno fornite le istruzioni per il collegamento a distanza

Importante: per partecipare all’attività sarà necessario che la postazione sia attrezzata con microfono, altoparlanti e webcam

Docenti
Ing. Massimo PACINI – Studio Ferrari e Pacini
Dott.ssa Anna GUARDAVILLA – Giurista esperta in materia di salute e sicurezza sul lavoro, collabora con le principali Associazioni tecnico-scientifiche e professionali del settore e con aziende pubbliche e private, svolgendo attività di consulenza giuridica e organizzativa e di divulgazione giuridica. Formatrice, relatrice a convegni e autrice di numerosi testi specialistici, pubblicazioni su riviste e siti del settore. Il profilo professionale completo della D.ssa Guardavilla su www.annaguardavilla.it

Quota di partecipazione
Euro 90,00 + IVA (22%) se dovuta

La quota è da intendersi al netto delle spese accessorie (bonifico bancario, ecc.) e dovrà essere versata entro la data di inizio del corso a Centroservizi S.r.l. (P.Iva 00861910099)

Si evidenzia che in ogni caso il rilascio dell’attestato di frequenza avverrà successivamente al pagamento della quota di adesione.

Il pagamento potrà essere effettuato a mezzo:

bonifico bancario da effettuarsi sul c/c n° 000000534680 intestato a Centroservizi S.r.l. – Savona (P.IVA. 00861910099) presso BANCA CARIGE SPA – Agenzia n. 7 Via Gramsci 62 – Savona – ABI 06175 – CAB 10607 – CIN: S – IBAN: IT97S0617510607000000534680 – BIC : CRGEITGG. Tale conto corrente deve essere inteso quale quello dedicato ai sensi dell’art.3 della L.n.136/2010

Disdetta iscrizione
Qualora non prevenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento, verrà fatturata l’intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante

Segreteria Organizzativa
Vilma Ferrari – Unione Industriali Savona – Area Economia d’Impresa
Tel. 019 85531 Fax 019 821474 e-mail:ferrari.v@uisv.it

Dettagli

Data:
18 Settembre
Categoria Evento:
Tag Evento:
Sito web:
www.uisv.it/articoli/index.asp?IDInfo=533526&course_open_now=1
Edinet - Realizzazione Siti Internet