SVolta

Voci di Menu
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Il Responsabile unico del procedimento: aspetti organizzativi e problematiche operative nei processi di gestione degli appalti – 2 Giornate in Formazione a distanza “Live”

8 Aprile

Premessa:
Il Codice dei contratti pubblici (d.lgs. n. 50/2016) ha delineato il Responsabile Unico del Procedimento come figura essenziale per il corretto ed efficace sviluppo delle procedure di affidamento per l’acquisizione di lavori, beni e servizi, rafforzandone il ruolo e le competenze, secondo una logica di maggiore valorizzazione del suo intervento nella gestione dei processi del ciclo di realizzazione dell’appalto.
Le linee-guida Anac n. 3 hanno compiutamente definito gli elementi di qualificazione professionale, il ruolo, i compiti e gli ambiti di intervento specifici del Rup, evidenziando la necessità di una formazione continua e del rafforzamento delle competenze in materia di Project Management.
La legge n. 55/2019, rimettendo al futuro regolamento unico tutti i profili regolativi attuativi inerenti nomina e competenze del Rup, va a delineare un ulteriore rafforzamento del ruolo di tale figura, sul quale, peraltro, la giurisprudenza negli ultimi anni ha elaborato numerosi interventi specificativi.
Inoltre, il d.l. n. 76/2020 connota ulteriormente il ruolo del Rup in relazione alle procedure derogatorie introdotte dal decreto.
Il percorso fornisce il quadro degli elementi essenziali per applicare le norme del Codice dei contratti pubblici in relazione alla particolare figura e al suo intervento nelle principali fasi di sviluppo degli appalti e delle concessioni (programmazione, progettazione, affidamento, esecuzione).
Il metodo proposto per il rafforzamento delle competenze comporta anche il coinvolgimento dei partecipanti al percorso in attività volte a consentire la migliore assimilazione del quadro di analisi, attraverso l’impostazione di strumenti utili per la gestione delle attività del Rup nelle varie fasi di sviluppo dell’appalto.

Corso “avanzato”: data la sua particolare impostazione operativa, al corso possono partecipare operatori specializzati nella gestione delle procedure di appalto.
Destinatari:
Dirigenti o Responsabili di Servizio/PO di amministrazioni locali, nonché dipendenti di amministrazioni locali che già svolgono il ruolo di Rup in procedimenti di appalto o concessione o che hanno i requisiti per essere nominati Rup.

Programma:

Il Rup nell’organizzazione dell’appalto

Prima parte

Profili operativi inerenti l’organizzazione delle attività del Rup nei processi di gestione degli appalti e delle concessioni

Rup e organizzazione:
Il “presupposto” per il ruolo e le attività del RUP: la gestione unitaria del processo di realizzazione di un lavoro o di acquisizione di un bene/servizio (la logica del project management)
La distinzione dei ruoli tra il Dirigente/Responsabile del Settore e il Rup: possibile coincidenza o differenziazione delle figure
I modelli di organizzazione per la gestione degli appalti nelle amministrazioni (ufficio gare, gare gestite dai singoli settori, ecc.)
Il Rup come “governatore del processo” di gestione dell’appalto
Gli altri ruoli nel ciclo di gestione dell’appalto: i soggetti deputati alla verifica della progettazione, i progettisti, il direttore dei lavori e il direttore dell’esecuzione
L’individuazione del Rup negli appalti e nelle concessioni gestiti da centrali di committenza o da stazioni uniche appaltanti
La formalizzazione della nomina del Rup con specifico provvedimento: la necessaria evidenziazione del possesso dei requisiti e della formazione
Aspetti critici relativi a gare per le quali non ci sono soggetti con requisiti adeguati: nomina dipendente e poi affidamento servizi di assistenza al Rup.

Incompatibilità del Rup con alcuni ruoli nel processo di gestione dell’appalto:
Il divieto per il Rup di svolgere attività come progettista quanto operi come verificatore e soggetto validante del progetto
La necessaria differenziazione tra Rup e direttore lavori o direttore dell’esecuzione negli appalti complessi
La possibilità per il Rup di far parte della Commissione giudicatrice (gare con OEPV) solo quando non sia intervenuto su elementi decisivi (capitolato, criteri, requisiti) dell’appalto.

Learning by doing: elaborazione:
a) di una check-list per verificare l’assetto organizzativo dell’amministrazione i relazione alle acquisizioni di beni, servizi e lavori, al fine di individuare le attività che possono essere svolte in relazione ai processi di gestione degli appalti e delle concessioni dal Rup e da altri dipendenti dell’amministrazione, nonché le attività che devono essere invece ricondotte a soggetti esterni;
b) di uno schema di organizzazione delle attività di gestione degli appalti e delle concessioni riferibili al Rup e a altri soggetti dipendenti della Stazione Appaltante.

Seconda parte
Compiti, funzioni e responsabilità del Rup in relazione alla programmazione alla progettazione degli appalti e delle concessioni

I compiti del Rup nella programmazione:
Da cosa partire nella programmazione: stato dei lavori e vincoli dal d.m. 14/2018
Le attività di proposta del Rup in relazione alla programmazione dei lavori pubblici (verso il “quadro esigenziale”)
Il ruolo del Rup in relazione alla programmazione degli acquisti di beni e servizi (analisi e coordinamento dei fabbisogni, in correlazione con il controllo di gestione)
Le attività compositive e la predisposizione del documento preliminare alla progettazione.

I compiti del Rup in relazione alla progettazione:
L’organizzazione delle attività di progettazione (con eventuale definizione del percorso per il ricorso a soggetti esterni) e la definizione degli elementi di base per il progetto di fattibilità e per il capitolato prestazionale
La definizione dell’assetto documentale dei livelli di progettazione e la possibile semplificazione
Focus sul principali criticità relative all’affidamento di servizi di progettazione/direzione lavori a soggetti esterni.

Le attività di verifica e di validazione dei progetti:
L’organizzazione delle attività di verifica dei progetti da parte degli uffici della stazione appaltante: quando è possibile e a quali condizioni
Lo svolgimento da parte del Rup di attività di verifica dei progetti (entro 1.000.000 euro): elementi di incompatibilità e conseguenze organizzative
Le attività del Rup relative alla validazione dei progetti: percorso, formalizzazione della validazione e problematiche di incompatibilità connesse allo svolgimento dell’attività.

Le responsabilità
Il quadro delle responsabilità generali del Rup in ordine all’appalto
La responsabilità specifica in ordine alla verifica e alla validazione dei progetti
Aspetti specifici in ordine alla copertura assicurativa del Rup.
Terza parte
Il Rup nella gestione della prima fase della procedura di affidamento

Il Rup nelle procedure gestite dalle CUC e dalle SUA:
Il modello organizzativo della CUC/SUA e la regolazione dei rapporti tra gli enti, con particolare riferimento al ruolo del RUP

La distribuzione di attività tra il Rup dell’amministrazione e il Rup della CUC/SUA per la fase di affidamento
Le indicazioni Anac nelle Linee-guida n. 3
Analisi della regolazione (mediante convenzione) dei rapporti tra l’Amministrazione e la CUC/SUA, con particolare riferimento alle competenze del Rup.
Le attività preparatorie e di gestione iniziale della procedura di affidamento:
L’acquisizione del CIG per l’appalto (anche considerando la suddivisione in lotti) e le attività legate ai sistemi informatici relativi alla gestione della gara (AVCPass, Mepa, piattaforme telematiche)
L’acquisizione del CIG nelle gare gestite dalla CUC/SUA (Anac deliberazione n. 1/2017)
Focus sulle possibili criticità relative “all’affidamento” di attività sulle piattaforme a soggetti ausiliari
Il coordinamento delle varie attività finalizzate alla pubblicazione del bando e degli atti di gara
La risposta alle richieste di chiarimenti: principali criticità
La gestione delle eventuali problematiche rilevabili in corso di gara (es. necessità di integrazione del bando con conseguente proroga dei termini): focus su alcuni aspetti problematici.
Modulo 2
Aspetti operativi nella gestione della procedura di affidamento e nell’esecuzione dell’appalto
Prima parte
Profili operativi inerenti il Rup nella gestione della procedura di affidamento di appalti e concessioni

Le attività del Rup nella gestione delle operazioni di gara:
Ruolo e compiti del Rup in relazione alla fase di ammissione dei concorrenti alla gara
Le competenze del Rup (o di altri soggetti) nella verifica della documentazione
Le attività del Rup relative all’adozione e alla pubblicazione dei provvedimenti di ammissione e esclusione dalla gara: aspetti critici relativi alla natura di provvedimenti a rilevanza esterna
Il supporto del Rup alla Commissione giudicatrice (gare con OEPV).

Le attività del Rup in relazione alla verifica delle offerte anomale:
Le competenze del Rup in relazione alla verifica delle offerte anormalmente basse e alla verifica della congruità dei costi della manodopera: la rilevazione delle offerte e le operazioni successive
La verifica della congruità dei costi della manodopera ex art. 95 comma 10: procedura autonoma, parametri e confronto con i costi indicati in base d’asta
La verifica delle offerte anormalmente basse: i parametri dell’art. 97, comma 4 e l’istruttoria
La verifica di congruità: quando attivarla (presupposti predefiniti o emergenti in sede di presentazione delle offerte).

Le attività del Rup in relazione alla conclusione della procedura di affidamento e alla successiva fase di formalizzazione dell’aggiudicazione:
La gestione della fase tra la proposta di aggiudicazione e l’adozione della determina di aggiudicazione
La verifica dei requisiti: le attività di controllo per rendere efficace l’aggiudicazione (percorsi semplificati sottosoglia, percorsi ordinari con AVCPass)
La dichiarazione di efficacia dell’aggiudicazione
L’eventuale esecuzione in via d’urgenza ex art. 32, comma 8: ruolo del Rup e verifica dei presupposti.

Learning by doing: elaborazione di una check-list per la verifica delle attività del Rup in relazione alla gestione della gara (fase affidamento, con particolare attenzione alla gestione delle attività per l’ammissione alla gara) e per distinguere i ruoli con altri soggetti.
Seconda parte
Compiti, funzioni e responsabilità del Rup nell’esecuzione e nel controllo degli appalti e delle concessioni

Le attività del Rup in relazione all’esecuzione dell’appalto:
L’esecuzione dell’appalto come la fase chiave per la gestione efficace dello stesso e il ruolo del Rup come “governatore”
Le attività del Rup quando può coincidere con la figura del Direttore dei lavori o del Direttore dell’esecuzione: quadro dei compiti definito dal Dm MIT sulla direzione lavori
Le attività del Rup negli appalti complessi, nei quali il DL o il DE sono ruoli svolti da altri soggetti
La gestione dell’appalto: le competenze definite dal Codice in ordine al coordinamento generale e ad alcuni interventi specifici (es. le sospensioni per ragioni di pubblico interesse)
Le competenze del Rup nella gestione delle varianti in corso d’opera o in corso d’esecuzione

Le attività del Rup in relazione ai controlli sull’esecuzione dell’appalto:
Le competenze del Rup nel procedimento di collaudo (per i lavori) e di verifica di conformità dell’esecuzione (per i servizi e le forniture)
Le competenze del Rup nel processo di pagamento conseguente alla verifica delle prestazioni
Il ruolo del Rup nella gestione degli inadempimenti comportanti penalità e nel procedimento per la contestazione delle cause di risoluzione del contratto
L’intervento del Rup nel procedimento di contestazione di eventuali riserve da parte dell’appaltatore
Il ruolo del Rup in relazione ai controlli ulteriori definiti dal Dirigente/Responsabile di Settore con propria direttiva in base all’art. 31, comma 12 del Codice.

Learning by doing: elaborazione di uno schema di direttiva per i controlli sull’esecuzione dell’appalto coinvolgenti Rup, Direttore Lavori e Direttore Esecuzione, in base a quanto previsto dall’art. 31, comma 12 del Codice dei contratti pubblici.

Date, orario
8 e 15 aprile 2021 – Orario: 9.00-13.00 / 14.00-16.00
Agli iscritti verranno fornite le istruzioni per il collegamento a distanza

Docente
Dott. Alberto BARBIERO – Consulente amministrativo gestionale in materia di appalti, servizi pubblici locali e prevenzione della corruzione, formatore, consulente di enti locali, società partecipate e imprese, collaboratore de “Il Sole 24 Ore”.

Quota per la partecipazione
Euro 490,00 + IVA (22%) se dovuta

La quota è da intendersi al netto delle spese accessorie (bonifico bancario, ecc.) e dovrà essere versata entro la data di inizio del corso a Centroservizi S.r.l. (P.Iva 00861910099) e comunque a seguito di conferma dello svolgimento da parte della Segreteria Organizzativa.

Si evidenzia che in ogni caso il rilascio dell’attestato di frequenza avverrà successivamente al pagamento della quota di adesione.

Il pagamento potrà essere effettuato a mezzo:
bonifico bancario da effettuarsi sul c/c n° 000000534680 intestato a Centroservizi S.r.l. – Savona (P.IVA. 00861910099) presso BANCA CARIGE SPA – Agenzia n. 7 Via Gramsci 62 – Savona – ABI 06175 – CAB 10607 – CIN: S – IBAN: IT97S0617510607000000534680 – BIC : CRGEITGG. Tale conto corrente deve essere inteso quale quello dedicato ai sensi dell’art.3 della L.n.136/2010

Per 3 o più partecipanti della stessa azienda viene praticato uno sconto del 10%.

Disdetta iscrizione
Qualora non prevenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento, verrà fatturata l’intera quota di partecipaizone.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante

Segreteria Organizzativa
Francesco Gavarone – Valentina Zampaglione
Centroservizi S.r.l.(Società di servizi dell’Unione Industriali di Savona)
Tel. 019.821499 – Fax 019.821765 – e-mail: formazione@ciservi.it

Vilma Ferrari – Unione Industriali Savona – Area Economia d’Impresa
Tel. 019 85531 Fax 019 821474 e-mail:ferrari.v@uisv.it

Edinet - Realizzazione Siti Internet