SVolta

Voci di Menu
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

La classificazione dei rifiuti speciali pericolosi secondo i Regolamenti (UE) 1357/2014 e 997/2017 ed eventuale classificazione ai sensi della normativa ADR 2019: dal certificato analitico alla corretta compilazione del formulario ed etichettatura dei rifiuti ai fini del “deposito temporaneo” e del trasporto

Dicembre 19

Il Regolamento (UE) n. 1357/2014, entrato in vigore il 1° giugno 2015, ha abrogato le precedenti direttive e introdotto le nuove caratteristiche di pericolo HP (da HP1 a HP15) per la classificazione dei rifiuti speciali pericolosi e i relativi criteri di attribuzione; il Regolamento (UE) n. 997/2017, entrato in vigore in data 5 luglio 2018, ha precisato come attribuire la caratteristica di pericolo HP14 ad un rifiuto speciale pericoloso ed ha, di fatto, sostituito la normativa nazionale (Legge 6 agosto 2015, n. 125).

Il Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152 (Art.183, comma 1, lettera bb)) prevede che, in caso di “deposito temporaneo” di rifiuti speciali pericolosi, debbano essere rispettate le norme che disciplinano l’imballaggio e l’etichettatura delle sostanze pericolose ovvero il Regolamento (CE) n. 1272/2008 (CLP).

La normativa ADR, il cui ultimo aggiornamento è entrato in vigore in modo definitivo dal 1° luglio 2019, definisce i metodi di classificazione ai fini del trasporto di materie, oggetti e rifiuti.

Il corso di formazione vuole illustrare:

i tre sistemi di classificazione (regolamenti rifiuti, regolamento CLP, normativa ADR) evidenziandone le analogie e le differenze;
le disposizioni aggiuntive per l’etichettatura di rifiuti speciali pericolosi destinati al “deposito temporaneo” ai sensi del Decreto Legislativo 3 aprile 2006, n. 152.

Sulla base di alcuni certificati analitici “reali”, verranno elaborati degli “studi del caso” che illustreranno, tramite la corretta interpretazione e applicazione di tutte le normative, come compilare correttamente il formulario di identificazione del rifiuto, come etichettare il rifiuto per l’eventuale “deposito temporaneo” e ai fini del trasporto.

Destinatari
L’incontro è rivolto a tutti coloro che sono coinvolti nella logistica dei rifiuti speciali eventualmente classificabili come merci pericolose e che ne ricoprono i diversi ruoli.

Programma
I criteri di attribuzione delle caratteristiche di pericolo ai sensi del Regolamento (UE) n. 1357/2014 del Regolamento (UE) n. 997/2017

I criteri di classificazione delle sostanze e miscele ai sensi del Regolamento (CE) n. 1272/2008 (CLP)

La normativa ADR:

classi di pericolo, numero ONU, gruppi di imballaggio, eventuali esenzioni;
novità introdotte nella versione 2019

Classificazione dei rifiuti ai fini del trasporto di merci pericolose:

Deposito temporaneo di rifiuti: requisiti di etichettatura CLP

Esempi pratici: dalla lettura del certificato analitico/scheda di sicurezza alla corretta compilazione del formulario; classificazione ai fini del trasporto e relative operazioni di imballaggio, iscrizione, etichettatura e marcatura

Date, orario e sede
19 dicembre 2019 – Orario: 09.00-13.00 / 14.00-18.00
Unione Industriali Savona – Via Gramsci, 10 – Savona

Docenti
Dott. Rolf Dieter KAISER – Laureato in chimica, abilitato sia come Esperto Qualificato di 2° grado, che come “Consulente per la sicurezza dei trasporti di merci pericolose” per tutte le classi e tutti i modi; esperto di tossicologia e dopo esperienze lavorative come dirigente per società multinazionali compreso la Bayer in Germania e la 3M Italia attualmente è titolare dello studio “KONSULENZA di Dr.Rolf Dieter Kaiser”

Ing. Michele FERRANDO – Libero professionista laureato in Ingegneria Chimica; abilitato come “Consulente per la sicurezza dei trasporti di merci pericolose” per tutte le classi e tutti i modi; ha maturato più dieci anni di esperienza nel settore operando in partnership con “KONSULENZA di Dr. Rolf Dieter Kaiser”; iscritto all’elenco dei “Professionisti Antincendio” (ex Legge 818/1984).

Quota di partecipazione
Euro 290,00 + IVA (22%) per le aziende associate all’Unione Industriali di Savona
Euro 390,00 + IVA (22%) per le aziende non associate all’Unione Industriali di Savona

La quota è da intendersi al netto delle spese accessorie (bolli, bonifico bancario, ecc.) e dovrà essere versata entro la data di inizio del corso a Centroservizi S.r.l. (P.Iva 00861910099) e comunque a seguito di conferma dello svolgimento da parte della Segreteria Organizzativa.

Si evidenzia che in ogni caso il rilascio dell’attestato di frequenza avverrà successivamente al pagamento della quota di adesione.

Il pagamento potrà essere effettuato a mezzo:

bonifico bancario da effettuarsi sul c/c n° 000000534680 intestato a Centroservizi S.r.l. – Savona (P.IVA. 00861910099) presso BANCA CARIGE SPA – Agenzia n. 7 Via Gramsci 62 – Savona – ABI 06175 – CAB 10607 – CIN: S – IBAN: IT97S0617510607000000534680 – BIC : CRGEITGG. Tale conto corrente deve essere inteso quale quello dedicato ai sensi dell’art.3 della L.n.136/2010

Per 3 o più partecipanti della stessa azienda viene praticato uno sconto del 10%.

Sono inoltre previste convenzioni – abbonamenti e condizioni agevolate per iscrizioni multiple. Per informazioni contattare la Segreteria.

Disdetta iscrizione
Qualora non prevenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento, verrà fatturata l’intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante

Segreteria Organizzativa
Simonetta Canaparo – Francesco Gavarone – Valentina Zampaglione
Centroservizi S.r.l.(Società di servizi dell’Unione Industriali di Savona)
Tel. 019.821499 – Fax 019.821765 – e-mail: formazione@ciservi.it

Vilma Ferrari – Unione Industriali Savona – Area Economia d’Impresa
Tel. 019 85531 Fax 019 821474 e-mail:ferrari.v@uisv.it

Dettagli

Data:
Dicembre 19
Categoria Evento:
Tag Evento:
Sito web:
http://www.uisv.it/articoli/index.asp?IDInfo=503694&course_open_now=1

Luogo

Unione industriali Savona
Edinet - Realizzazione Siti Internet