SVolta

Voci di Menu
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Le gestioni indirette nei servizi sociali: appalti, convenzioni e altre forme contrattuali, tra codice dei contratti e codice del terzo settore

Luglio 18

I contratti di appalto e le convenzioni sono ampiamente utilizzati negli enti locali per la gestione dei servizi sociali, educativi, culturali, sportivi. Il corso si propone di illustrare i diversi modelli contrattuali per la gestione indiretta dei servizi, il loro contenuto, le procedure da seguire, anche in relazione alla natura e caratteristiche dei soggetti affidatari.
Col Codice del Terzo Settore (D.LGs 117/17) sono stati ridisegnati i contorni dei rapporti tra questi soggetti e gli Enti Locali, prevedendo l’uso della convenzione come strumento tipico. I Comuni devono tener conto nella scelta delle modalità di gestione dei servizi, delle diverse normative che operano sulla materia: il codice dei Contratti che regola gli appalti e le concessioni dei servizi, il Codice del Terzo Settore e altre norme specifiche di settore (es. L 381/91 sulle cooperative sociali, il DPCM 30/03/01). Le disposizioni non sempre appaiono ben coordinate tra loro, alcuni principi generali dell’azione amministrativa e linee guida definite a livello europeo possono diventare le chiavi utili a risolvere diverse incertezze operative.

Destinatari
Responsabili ed operatori dei SERVIZI ALLA PERSONA DI ENTI LOCALI: servizi sociali, educativi, culturali, sportivi

Programma

Strumenti a disposizione dei Comuni per la progettazione e gestione indiretta dei servizi sociali: appalti, convenzioni, concessioni, coprogettazione,ecc… : definizione, contenuto e principali casi d’uso.
Il ricorso al mercato e l’uso di procedure in deroga operando al di fuori degli ambiti pro-concorrenziali: valutazioni di merito ed opportunità. La rilevanza degli oggetti del contratto e degli operatori economici che operano nel settore.
Codice dei Contratti e Codice del Terzo Settore: applicazione e cordinamento tra le due normative.
Gli appalti dei servizi sociali nel Codice dei Contratti, un regime “alleggerito” che origina anche dai rinnovati concetti di appalto e operatore economico di origine comunitaria.
Il diverso valore delle soglie comunitarie. Le regole specifiche per i servizi sociali e gli altri servizi dell’allegato IX: art. 142 e seguenti del D.LGs. 50/16, dopo le significative modifiche apportate dal primo decreto correttivo (D.LGs. 56/17).
Effetti sulla procedura di gara: principali differenze rispetto ai servizi ordinari. Incidenza del valore del contratto. Possibili procedure semplificate: la formula dell’avviso di preinformazione, in luogo del bando di gara.
Le procedure per gli appalti sottosoglia: modalità operative e opzioni. Il principio della rotazione nella selezione dei partecipanti alle procedure negoziate e negli affidamenti diretti: tra obbligo e opportunità. Le interpretazioni della giurisprudenza: come limitare i rischi. Le deroghe e semplificazioni per gli appalti di valore inferiore a 40.000 €. L’obbligo di verifica della congruità del costo della manodopera. La possibilità di strutturare procedure di gara riservate in relazione all’oggetto del contratto e/o di certe categorie di operatori economici.
L’OEPV quale unico criterio di aggiudicazione: l’equilibrio fra la componente economica e la componente qualitativa.
Specificità valide per i servizi ad alta intensità di manodopera. Scelta e definizione dei criteri (e sub criteri) di valutazione delle offerte: le tecniche utili per l’attribuzione dei punteggi sugli aspetti di natura quantitativa (es. il prezzo) e su quelli di natura qualitativa.
I soggetti del terzo settore. Organizzazioni di volontariato, Associazioni di promozione sociale, imprese sociali, ecc.. e strumenti utilizzabili dagli enti locali per l’affidamento di servizi di interesse generale nel nuovo Codice del Terzo Settore (D.Lgs. 117/17).
Convenzioni, co-progettazione, accreditamento. Le nuove disposizioni non hanno pienamente chiarito i rapporti con il Codice dei Contratti. I profili economici del rapporto con le organizzazioni di volontariato e associazioni di promozione sociale: il sistema del rimborso spese. Il contenuto delle convenzioni. Principali elementi di criticità nell’uso dello strumento: differenze col concetto di corrispettivo. L’assegnazione di contributi.
Il principio della gratuità/non onerosità del rapporto, quale condizione per l’esclusione dal Codice dei contratti.
L’affidamento dei servizi alle cooperative sociali. Il DPCM 30/03/01 sull’affidamento dei servizi alla persona: modelli e rapporti tra enti locali ed enti del terzo settore.
La partecipazione degli enti del Terzo Settore alle gare d’appalto. Gli appalti riservati ai fini del reinserimento lavorativo di figure svantaggiate. La Deliberazione n 32/2016 dell’ ANAC in materia di affidamenti di servizi ad enti del terzo settore.
Il recente parere del Consiglio di Stato del 20/8/18 sugli affidamenti dei servizi sociali.
L’applicazione del D.LGs. 50/16 ai rapporti con gli Enti del Terzo Settore.

Date, orario e sede
18 luglio 2019 – Orario: 9.00-13.00 / 14.00-16.00
Unione Industriali Savona – Via Gramsci n. 10 – Savona

Docente
Massimo TERENZIANI – Dirigente Servizio Rapporti con le famiglie, Sistema educativo e di Istruzione Integrato di Ente Locale capoluogo. Esperto e formatore in materia di: sistemi di valutazione dei mezzi nelle politche sociali, modelli tariffari, organizzazione di servizi socio-educativi, appalti e concessioni di servizi alla persona, procedure amministrative inerenti l’utenza finale dei servizi.

Quota di partecipazione
Euro 260,00 + IVA (22%) se dovuta

La quota comprende la partecipazione al corso e il materiale didattico.

La quota è da intendersi al netto delle spese accessorie (bolli, bonifico bancario, ecc.) e dovrà essere versata entro la data di inizio del corso a Centroservizi S.r.l. (P.Iva 00861910099) e comunque a seguito di conferma dello svolgimento da parte della Segreteria Organizzativa.

Si evidenzia che in ogni caso il rilascio dell’attestato di frequenza avverrà successivamente al pagamento della quota di adesione.

Il pagamento potrà essere effettuato a mezzo:

bonifico bancario da effettuarsi sul c/c n° 000000534680 intestato a Centroservizi S.r.l. – Savona (P.IVA. 00861910099) presso BANCA CARIGE SPA – Agenzia n. 7 Via Gramsci 62 – Savona – ABI 06175 – CAB 10607 – CIN: S – IBAN: IT97S0617510607000000534680 – BIC : CRGEITGG. Tale conto corrente deve essere inteso quale quello dedicato ai sensi dell’art.3 della L.n.136/2010

Per 3 o più partecipanti della stessa azienda viene praticato uno sconto del 10%.

Sono inoltre previste convenzioni – abbonamenti e condizioni agevolate per iscrizioni multiple. Per informazioni contattare la Segreteria.

Disdetta iscrizione
Qualora non prevenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento, verrà fatturata l’intera quota di partecipaizone.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

Segreteria Organizzativa
Simonetta Canaparo – Francesco Gavarone – Valentina Zampaglione
Centroservizi S.r.l.(Società di servizi dell’Unione Industriali di Savona)
Tel. 019.821499 – Fax 019.821765 – e-mail: formazione@ciservi.it

Vilma Ferrari – Unione Industriali Savona – Area Economia d’Impresa
Tel. 019 85531 Fax 019 821474 e-mail:ferrari.v@uisv.it

Luogo

Unione industriali Savona
Edinet - Realizzazione Siti Internet