SVolta

Voci di Menu
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Le novità in materia di appalti introdotte dal decreto-legge “semplificazioni” e dalla legge di Bilancio 2019

gennaio 24

Il d.l. sulle semplificazioni ha apportato molte novità a varie disposizioni del Codice dei contratti pubblici, modificando e integrando le norme sugli affidamenti di lavori sottosoglia, su alcuni requisiti di ordine generale (tra i più critici da gestire in fase di verifica da parte delle stazioni appaltanti) e sul subappalto (sia negli appalti che nelle concessioni).
Tutti questi nuovi elementi impongono alle amministrazioni di intervenire sugli atti di gara (anche sui bandi-tipo). Il decreto ha inoltre apportato una rilevante modifica oggettiva anche alla disciplina degli incentivi per funzioni tecniche, che rende necessaria una revisione dei regolamenti sino ad oggi adottati. Alcune novità sono state introdotte anche in tema di organizzazione degli appalti dalla legge di Bilancio 2019 e di procedure con il Mepa.
Il seminario è finalizzato a consentire ai partecipanti un’analisi delle novità introdotte dal decreto e dalla legge di Bilancio 2019, nonché e a sviluppare dei percorsi operativi per gestire le nuove norme nelle procedure di gara.

Corso “open”: data la sua particolare impostazione operativa, al corso possono partecipare sia operatori specializzati sia operatori con media esperienza nella gestione dei contratti di appalto.

Destinatari
Segretari Comunali e Provinciali, Responsabili Servizio Affari Istituzionali, Responsabili Servizio Gare e Contratti / Appalti, Responsabili Servizio Lavori pubblici, Responsabili Servizio Provveditorato/Economato, Responsabili Unici del Procedimento (rup).

Le novità sugli appalti di lavori e sul DGUE nelle piattaforme elettroniche:

La possibilità di affidamento di lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria sulla base di un progetto definitivo semplificato
L’ampliamento alla fascia sottosoglia per lavori (entro 5.548.000 euro) della possibilità di utilizzo del criterio del minor prezzo (prezzo più basso): tipologie di lavori interessati e tipologie di lavori per i quali si deve utilizzare il criterio dell’OEPV
L’ampliamento della fascia di valore (sino a 2.500.000 euro) entro la quale si può fare ricorso alle procedure negoziate semplificate dell’art. 36 per l’affidamento di appalti di lavori
La possibile inversione tra verifica dei requisiti di idoneità e apertura delle offerte nelle procedure aperte: obbligo di previsione nel bando e condizioni di utilizzo
La semplificazione in ordine alla resa dei requisiti di ordine generale nelle procedure gestite con il Mepa o con le piattaforme elettroniche.

Le novità sui requisiti di ordine generale:

La riconfigurazione delle cause ostative previste dall’art. 80, comma 5, lett. c) del Codice
Gli illeciti professionali incidenti sull’affidabilità dell’operatore economico
L’obbligo di valutazione della gravità e della temporalizzazione dell’illecito professionale
La risoluzione del contratto per gravi inadempimenti (e le eventuali problematiche)
La produzione di informazioni non veritiere in gara.

Le novità in materia di subappalto:

La trasformazione da obbligo a facoltà dell’indicazione della terna di subappaltatori
L’eliminazione dell’obbligo di possesso dei requisiti per il subappaltatore come incidente sul concorrente
La procedimentalizzazione del subappalto nelle concessioni

Implicazioni operative:

La revisione dei bandi e dei disciplinari di gara con riferimento alle novità su requisiti di ordine generale, subappalto e sequenza delle operazioni di gara
Come getsire il DGUE sino al suo adeguamento da parte del Mit
Come intervenire sui bandi-tipo dell’Anac.

Le modifiche alla normativa sugli incentivi:

La modifica degli elementi oggetto degli incentivi per funzioni tecniche: il “ritorno” degli incentivi sulla progettazione e l’esclusione di alcune attività relative alla gestione dell’appalto
La revisione dei criteri/regolamenti per l’attribuzione degli incentivi
Le problematiche relative ai periodi precedenti.

Le novità introdotte dalla legge di Bilancio 2019:

Il possibile ricorso alle SUA presso le Province per la gestione delle gare di appalto per lavori pubblici
Sintesi del quadro di organizzazione degli appalti: cosa possono fare le singole amministrazioni e quando devono ricorrere a Centrali uniche di committenza, Stazioni Uniche Appaltanti e Soggetti aggregatori
L’ampliamento a 5.000 euro della fascia di valore per acquisti di beni servizi sottratta all’obbligo di gestione con procedure telematiche
La Centrale di progettazione degli appalti presso il Mit
Come ricorrere alla Centrale di progettazione.

Date, orario e sede
24 gennaio 2019 – Orario: 9.00-13.00 / 14.00-16.00
Unione Industriali Savona – Via Gramsci n. 10 – Savona

Docenti
Dott. Alberto BARBIERO – Consulente amministrativo gestionale in materia di appalti, servizi pubblici locali e prevenzione della corruzione, formatore, consulente di enti locali, società partecipate e imprese, collaboratore de “Il Sole 24 Ore”.

Quota di partecipazione
Euro 260,00 + IVA (22%) se dovuta

La quota comprende la partecipazione al corso e il materiale didattico.

La quota è da intendersi al netto delle spese accessorie (bolli, bonifico bancario, ecc.) e dovrà essere versata entro la data di inizio del corso a Centroservizi S.r.l. (P.Iva 00861910099)

Si evidenzia che in ogni caso il rilascio dell’attestato di frequenza avverrà successivamente al pagamento della quota di adesione.

Il pagamento potrà essere effettuato a mezzo:

bonifico bancario da effettuarsi sul c/c n° 000000534680 intestato a Centroservizi S.r.l. – Savona (P.IVA. 00861910099) presso BANCA CARIGE SPA – Agenzia n. 7 Via Gramsci 62 – Savona – ABI 06175 – CAB 10607 – CIN: S – IBAN: IT97S0617510607000000534680 – BIC : CRGEITGG. Tale conto corrente deve essere inteso quale quello dedicato ai sensi dell’art.3 della L.n.136/2010

Per 3 o più partecipanti della stessa azienda viene praticato uno sconto del 10%.

Sono inoltre previste convenzioni – abbonamenti e condizioni agevolate per iscrizioni multiple. Per informazioni contattare la Segreteria.

Disdetta iscrizione
Qualora non prevenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento, verrà fatturata l’intera quota di partecipaizone.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante.

Segreteria Organizzativa
Simonetta Canaparo – Francesco Gavarone – Valentina Zampaglione
Centroservizi S.r.l.(Società di servizi dell’Unione Industriali di Savona)
Tel. 019.821499 – Fax 019.821765 – e-mail: formazione@ciservi.it

Vilma Ferrari – Unione Industriali Savona – Area Economia d’Impresa
Tel. 019 85531 Fax 019 821474 e-mail:ferrari.v@uisv.it

Luogo

Unione industriali Savona
Edinet - Realizzazione Siti Internet