SVolta

Voci di Menu
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

Rischio chimico: metodi e strumenti per le aziende utilizzatrici. Corso di aggiornamento per RSPP/ASPP, Dirigenti Sicurezza, Preposti e formatori Area 2

8 Giugno

Il rischio di natura chimica è presente con gradazioni diverse in ogni ambito di lavoro, ma si tratta di un rischio meno immediato da osservare e da comprendere rispetto ad altre tipologie, ed è inoltre complesso in quanto la possibilità che si possano instaurare effetti lesivi dipende dall’interazione fra molti fattori sia legati all’agente chimico che alle modalità operative, e ancora da variabili dipendenti da caratteristiche del singolo soggetto esposto. La valutazione di queste fattispecie di rischio risulta quindi essere un procedimento complesso, per il quale sono stati messi a punti alcuni ausili.

Destinatari
RSPP, ASPP, Dirigenti, Preposti e formatori sicurezza area Responsabili di Produzione, Responsabili di Manutenzione

La frequenza è obbligatoria per il 90% delle ore di formazione ed è prevista, al termine della giornata ed in orario extra-didattico e in forma aggiuntiva, l’effettuazione obbligatoria di una prova di verifica dell’apprendimento.

I contenuti scientifici dell’evento sono stati preventivamente analizzati ed approvati dal Consiglio dell’Ordine degli Ingegneri di Savona che ha assegnato n. 7 CFP validi ai fini dell’aggiornamento delle competenze professionali ai sensi del DPR 137/2012.

Programma:
definizioni introduttive: rischio chimico verso la salute, la sicurezza, l’ambiente
vie di esposizione ad agenti chimici in ambito lavorativo e fattori co-causali
caratterizzare un agente chimico: proprietà chimico-fisiche, proprietà tossicologiche; caratteristiche di particolare attenzione; valori limite e valori di riferimento
fonti informative: classificazione dei prodotti chimici, etichettatura, scheda di sicurezza; schede tecniche e schede informative sugli “articoli”; banche dati ed altre fonti
esercitazione in piccoli gruppi: utilizzo di SDS per l’individuazione degli elementi da utilizzare in una valutazione dei rischi
criteri fondanti del percorso di valutazione del rischio da agenti chimici, cancerogeni, mutageni
vantaggi e limiti delle diverse metodologie di valutazione del rischio chimico-cancerogeno-mutageno: metodi qualitativi, semi-qualitativi, quantitativi
gli algoritmi di calcolo: criteri, similitudini, affidabilità
la norma UNI EN 689:2019: differenze con la precedente edizione, criteri di valutazione del dato in relazione agli obiettivi di prevenzione del Testo Unico; elementi essenziali della reportistica finale

Verifica dell’apprendimento

Date, orario e sede
8 giugno 2020 – Orario: 09.30 – 13.00 / 14.00 – 17.30
Unione Industriali Savona – Via Gramsci, 10 – Savona

Docente: Dott.ssa Giuseppina PAOLANTONIO – Opera dal 1995 come consulente tecnico-legislativo in materia di salute nei luoghi di lavoro, attività alla quale ha affiancato dal 2000 quella di docente. Assiste enti pubblici ed aziende nei percorsi di valutazione e gestione dei rischi occupazionali; collabora con organismi paritetici, studi di consulenza e società di formazione.
Ha partecipato al progetto OCCAM – OCcupational CAncer Monitoring – per l’individuazione dei fattori professionali di rischio cancerogeno e per la stesura di linee guida finalizzate alla prevenzione, svolto nell’ambito dei programmi di ricerca ISPESL presso l’Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori di Milano – Divisione di Epidemiologia.
Interviene in qualità di esperta con approfondimenti tecnico-legislativi su “ISL – Igiene e Sicurezza del Lavoro”, “I Corsi”, sul portale “Sistema Sicurezza Ambiente” Wolters Kluwer e sul portale 3M; è autrice del volume “Guida alla valutazione del rischio chimico” (Il Sole 24 Ore, 2003) e coautrice di “TU Sicurezza del lavoro: la riforma 2009” (IPSOA, 2009) e dell’e-book “La valutazione del rischio chimico: metodi, strumenti e casi pratici” edito nel 2019 da Wolters Kluwer. È curatrice della sezione “Agenti chimici” all’interno della banca dati Tutto Sicurezza e Ambiente Wolters Kluwer.

Quota di partecipazione
Euro 320,00 + IVA (22%) per le aziende associate all’Unione Industriali di Savona
Euro 420,00 + IVA (22%) per le aziende non associate all’Unione Industriali di Savona

La quota è da intendersi al netto delle spese accessorie (bonifico bancario, ecc.) e dovrà essere versata entro la data di inizio del corso a Centroservizi S.r.l. (P.Iva 00861910099)

Per 3 o più partecipanti della stessa azienda viene praticato uno sconto del 10%.

Si evidenzia che in ogni caso il rilascio dell’attestato di frequenza avverrà successivamente al pagamento della quota di adesione.

Il pagamento potrà essere effettuato a mezzo:
bonifico bancario da effettuarsi sul c/c n° 000000534680 intestato a Centroservizi S.r.l. – Savona (P.IVA. 00861910099) presso BANCA CARIGE SPA – Agenzia n. 7 Via Gramsci 62 – Savona – ABI 06175 – CAB 10607 – CIN: S – IBAN: IT97S0617510607000000534680 – BIC : CRGEITGG. Tale conto corrente deve essere inteso quale quello dedicato ai sensi dell’art.3 della L.n.136/2010

Sono inoltre previste convenzioni – abbonamenti e condizioni agevolate per iscrizioni multiple. Per informazioni contattare la Segreteria.

Disdetta iscrizione
Qualora non prevenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento, verrà fatturata l’intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante

Segreteria Organizzativa
Simonetta Canaparo – Francesco Gavarone – Valentina Zampaglione
Centroservizi S.r.l.(Società di servizi dell’Unione Industriali di Savona)
Tel. 019.821499 – Fax 019.821765 – e-mail: formazione@ciservi.it

Vilma Ferrari – Unione Industriali Savona – Area Economia d’Impresa
Tel. 019 85531 Fax 019 821474 e-mail:ferrari.v@uisv.it

Luogo

Unione industriali Savona
Edinet - Realizzazione Siti Internet