SVolta

Voci di Menu
Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

RSPP/ASPP Laboratory : confrontiamo e miglioriamo i nostri DVR. Corso di aggiornamento per RSPP/ASPP, Dirigenti, Coordinatori sicurezza, Formatori Area 2. PERCORSO COMPLETO

febbraio 19

Il responsabile del servizio di prevenzione e protezione aziendale (RSPP) normalmente oltre a possedere molteplici competenze di tipo tecnico assume un ruolo manageriale ed organizzativo nel momento in cui, avvalendosi anche degli Addetti al Servizio di prevenzione secondo quanto previsto dalle norme,supporta il Datore di lavoro nel raggiungimento degli obiettivi di sicurezza dell’Azienda.
Il perimetro nell’ambito del quale,però, l’attività del Servizio di Prevenzione deve essere esercitata è particolarmente ampio e non è cosi frequente che un RSPP possegga contemporaneamente tutte le competenze necessarie a gestire l’intiero spettro delle tecniche utili a redigere tutta la documentazione di sicurezza necessaria gestendone,sulla base dell’evoluzione normativa e dell’organizzazione aziendale,in continua evoluzione,l’obbligatorio aggiornamento sintetizzato nel DVR.
Questo percorso formativo ,di taglio estremamente pratico,intende ripercorrere,grazie alla docenza dei nostri migliori esperti per ciascun tema,quale possa essere l’approccio corretto alla valutazione dei più diffusi rischi specifici,consentendo ai partecipanti nell’ambito di sessioni dedicate alla discussione,di confrontare i propri metodi di valutazione sia con quelli degli altri partecipanti che con i consigli degli esperti.
In alcune sessioni infine potranno essere previste le testimonianze di colleghi RSPP di aziende che sia per organizzazione che per specifica produzione o attività hanno vissuto interessanti esperienze utili alla soluzione di particolari rischiosità.

Infine i partecipanti potranno far pervenire alla segreteria organizzativa specifici quesiti inerenti il fattore di rischio in calendario al fine di consentire ai differenti docenti di allinearsi il più possibile alle loro puntuali esigenze.

Modalità operative
L’iniziativa formativa è strutturata in 6 moduli da 8 ore a cadenza mensile,per un totale di 48 ore di formazione.

Il percorso affronta,con un approccio estremamente pratico ed interattivo che consentirà una costante verifica ragionata dei propri documenti, le principali criticità che possono insorgere nella valutazione di alcuni dei più diffusi rischi specifici fornendo indicazioni operative per effettuare una corretta verifica sull’adeguatezza delle proprie valutazioni ai requisiti di legge.

Per ogni modulo è prevista inizialmente una breve sintesi degli obblighi normativi connessi alla valutazione e gestione del rischio specifico mentre buona parte dell’incontro sarà anche dedicata alla verifica critica e discussione dei documenti dei partecipanti.

Destinatari
Responsabili e Addetti al Servizio di Prevenzione e Protezione, Dirigenti,Coordinatori Sicurezza e Formatori Area 2

1° Incontro: 19 febbraio 2019 Orario: 09.00-13.00 / 14.00-18.00

Aspetti organizzativi e metodi per la redazione del documento aziendale di sicurezza
e salute a norma. Corso di aggiornamento per RSPP/ASPP, Dirigenti,
Coordinatori sicurezza, Formatori Area 2.

Presentazione generale del corso

Programma

Gli aspetti fondamentali del sistema organizzativo della sicurezza e la sua implementazione:
politica aziendale; pianificazione; attribuzione delle responsabilità; verifiche interne periodiche (audits); azioni preventive e correttive; revisioni; miglioramenti; informazione /formazione; procedure scritte; raccolta sistematica dati, comunicazione interna ed esterna.

La valutazione dei rischi nel D.Lgs. n.81/2008
Generalità; Situazioni pericolose; Le misure migliorative; Gli esecutori della Vdr; Gestione dei rischi in tempo reale (quando aggiornare la Vdr).

I temi della valutazione
La conoscenza dei dati del problema; Ambiente; Lay-Out; Impianti, attrezzi, apparecchi, macchine; Materiali; Gli uomini; Logistica; I processi produttivi; Gli impianti e l’Organizzazione aziendale; I rischi fisici; Radiazioni ionizzanti; Radiazioni non ionizzanti; Campi elettromagnetici; L’organico di riferimento; Addestramento; Informazione e formazione.

Criteri per la valutazione
La matrice di rischio; Indice di attenzione ; Criterio della massima energia sopportabile; Valutazione per aree omogenee; Riferimenti e documenti di supporto; Modus operandi; A valle della VdR: misure migliorative e scadenziario di attuazione; I destinatari del documento; Aspetto del documento.

Casi particolari di valutazione dei rischi
La VdR nelle attività ausiliarie alla produzione; La VdR nelle attività lavorative all’esterno dell’azienda; La VdR nel lavoro interinale somministrato; La VdR per lavoratrici gestanti o puerpere; La VdR da interferenze.

Verifica finale dell’apprendimento

Docente: Ing. Massimo PACINI − Studio Ferrari e Pacini

-.-.-.-.-.-
2° Incontro: 5 marzo 2019 Orario: 09.00-13.00 / 14.00-18.00

La verifica della corretta impostazione della valutazione del rischio di
macchine,impianti,attrezzature, del rumore e delle vibrazioni. Corso di aggiornamento
per RSPP/ASPP, Dirigenti, Coordinatori sicurezza, Formatori Area 2.

Programma

Macchine impianti e attrezzature

Obiettivi e metodologie di abbattimento dei rischi in relazione a quanto prescritto dal D.Lgs. 81/08 (Testo Unico sulla Sicurezza)
I 5 requisiti per la rispondenza a norma.
Tipologia delle fonti di pericolo e rischi conseguenti.
Il manuale d’uso.
Le norme tecniche.
Progettazione degli interventi di messa a norme in base alla normativa vigente.
Qualità della documentazione tecnica necessaria per dimostrare i miglioramenti apportati in materia di sicurezza.

Rischio meccanico

I principali pericoli legati al rischio meccanico: urto, schiacciamento, cesoiamento, intrappolamento, scivolamento, inciampo e caduta.
I ripari e le barriere.
I dispositivi di protezione individuale.
Le problematiche legate al corretto abbigliamento di lavoro.

Rumore

Basi fisiche e grandezze
Strumenti e metodologie di misura
Novità legislative – Titolo VIII, Capo II del D.Lgs. 81/2008
Modifiche rispetto al D. Lgs. 277/91
Valutazione del rischio
La prevenzione
Informazione e formazione
Aspetti sanitari
I danni da rumore
I controlli sanitari facoltativi
I controlli sanitari obbligatori
L’esame audiometrico
Simulazione, esempi pratici, esercizi
Verifica intermedia dell’apprendimento

Vibrazioni

Basi fisiche e grandezze
Quadro legislativo vigente – Titolo VIII, Capo II del D.Lgs. 81/2008
Banche dati ISPESL
Valutazione del rischio
Informazione e formazione
Aspetti sanitari
Le cartelle sanitarie e di rischio
Gli obblighi di segnalazione all’Autorità delle patologie da vibrazioni
Gli effetti delle vibrazioni meccaniche sul corpo umano
I danni da vibrazioni trasmesse al sistema mano-braccio
I danni da vibrazioni trasmesse al corpo intero
La sorveglianza sanitaria sui lavoratori esposti
Simulazione, esempi pratici, esercizi

Verifica finale dell’apprendimento

Docente: Ing. Massimo PACINI − Studio Ferrari e Pacini
-.-.-.-.-.-
3° Incontro: 8 aprile 2019 Orario: 09.00-13.00 / 14.00-18.00

La verifica della corretta impostazione della valutazione del rischio chimico e cancerogeno.
Corso di aggiornamento per RSPP/ASPP, Dirigenti,
Coordinatori sicurezza, Formatori Area 2.

Programma

Il rischio chimico e le misure da adottare come definito nel DLgs 81/2008
Sostanze pericolose:

Agenti chimici
Agenti cancerogeni e mutageni
Rischi connessi all’esposizione all’amianto

Il sistema di classificazione CLP sulla base del regolamento (CE) n 1272/2008

Pittogrammi
Frasi H e frasi P
Metodo di calcolo per le miscele

Le fonti di informazione
Etichetta e schede di dati di sicurezza:

Criteri di qualità per la scheda di dati di sicurezza (data di emissione, struttura e completezza e coerenza dei dati, ecc)
Struttura della scheda di dati di sicurezza e sezioni rilevanti per la valutazione del rischio chimico
Scheda di dati di sicurezza estesa (eSDS) con scenari di esposizione e inclusione di scenari nella valutazione del rischio chimico
Sostanze estremamente preoccupanti (SVHC – Substances of Very High Concern)

Metodologia per la valutazione del rischio chimico e cenno su strumenti software da utilizzare

Inventario dei agenti chimici presenti in azienda
Valutazione dell’esposizione

Esempi pratici
La valutazione del rischio chimico creato da:

Benzina
Gasolio (diesel)

Docente: Dott. Rolf Dieter KAISER
Laureato in chimica, abilitato sia come Esperto Qualificato di 2° grado, che come “Consulente per la sicurezza dei trasporti di merci pericolose” per tutte le classi e tutti i modi; esperto di tossicologia e dopo esperienze lavorative come dirigente per società multinazionali compreso la Bayer in Germania e la 3M Italia attualmente è titolare dello studio “KONSULENZA di Dr.Rolf Dieter Kaiser”

-.-.-.-.-.-

4° Incontro: 6 maggio 2019 Orario: 09.00-13.00 / 14.00-18.00

La verifica della corretta impostazione della valutazione del rischio elettrico. Corso di
aggiornamento per RSPP/ASPP, Dirigenti, Coordinatori sicurezza, Formatori Area 2.

Programma

Principali disposizioni legislative in materia di sicurezza per i lavori elettrici e in particolare:

D.lgs. 81/2008 sicurezza nei luoghi di lavoro titolo III – impianti elettrici;
D.lgs. 81/2008 sicurezza nei luoghi di lavoro titolo IV – Cantieri 2. Piano di sicurezza e di coordinamento, 2.2.3., i) al rischio di elettrocuzione;
D.lgs. 81/2008 sicurezza nei luoghi di lavoro titolo V – Segnaletica;
D.lgs. 81/2008 sicurezza nei luoghi di lavoro titolo XI – protezione da atmosfere esplosive;
D.M. del MLPS 04/02/2011 in materia di lavoro elettrico oltre 1000 Vca o 1500 Vcc;
Legge 186/1968 (Costruzioni elettromeccaniche, meccatroniche e impianti a Regola d’arte);
D.M. 37/2008 ex Legge 46/1990 e DPR 447/1991 (Sicurezza degli impianti tecnologici);
Riferimenti Norme CEI EN 50110-1:2014, CEI 11-27:2014, CEI 64-8, CEI 64-14 e 64-17; CEI 78-17:2015
DPR 462:2001- Verifiche periodiche delle installazioni elettriche ;
Scelta dei DPI, delle attrezzature, e la conservazione degli stessi;
Arco elettrico e suoi effetti;
Effetti derivati dal passaggio di corrente elettrica sul corpo umano;
Nozioni di primo soccorso in caso di incidente elettrico;

Procedure ed esempi per l’assegnazione delle condizioni di PES-PAV-PEI

Procedure e mansioni per RI – Responsabile alla conduzione dell’impianto elettrico

Procedure e mansioni per URI – Unità responsabile dell’impianto elettrico

Nuova condizione del lavoro elettrico sotto tensione (distanza DL)

Valutazione del rischio elettrico, (individuazione del pericolo e stima dei rischi)

Preparazione del cantiere, verifiche, valutazione delle condizioni ambientali

Sistema per la trasmissione o lo scambio di informazioni tra persone interessate ai lavori

La verbalizzazione delle verifiche e dei controlli secondo l’art. 86, c. 3, del D.lgs. 81/2008

La redazione dei permessi di lavoro, delle istruzioni e delle procedure di lavoro sicuro

Documentazione tecnica, progetti, verbali di prove, dichiarazioni di conformità di prodotti ed impianti

Verifica finale dell’apprendimento

Docente: Per. Ind. Paolo OLIVA – Perito Industriale Paolo Oliva libero professionista; valutatore competente per i requisiti di protezione di salute e sicurezza delle attrezzature di lavoro, Consulente Tecnico d’Ufficio del Tribunale, Docente ai sensi del Decreto 3 marzo 2013, Area Tematica di competenza 2. Area rischi tecnici/igienico-sanitari.

-.-.-.-.-.-

5° Incontro: 22 maggio 2019 Orario: 09.00-13.00 / 14.00-18.00

La verifica della corretta impostazione della valutazione del rischio da interferenze nei cantieri.
Corso di aggiornamento per RSPP/ASPP, Dirigenti, Coordinatori sicurezza, Formatori Area 2.

Programma

Le disposizioni del Testo Unico sulla Sicurezza del lavoro in tema di cantieri temporanei e mobili, servizi e opere in appalto

Testo Unico sulla Sicurezza del lavoro.
Il Titolo IV in tema di cantieri temporanei e mobili e il suo campo di applicazione.
Committente e responsabile dei lavori: compiti e responsabilità.
Casi nei quali vige l’obbligo di nomina del coordinatore per la sicurezza e di redazione del Piano di Sicurezza e Coordinamento – PSC
I documenti delle imprese appaltatrici: Piano Operativo di Sicurezza – POS e altra documentazione
Obblighi dell’impresa “capocommessa” in tema di sicurezza e coordinamento.
Casi particolari: forniture e noleggi di cantiere e fornitura di calcestruzzo preconfezionato
Lavorazioni, servizi e forniture date in appalto dal datore di lavoro all’interno dell’azienda o del ciclo produttivo – l’art.26 e il Documento Unico di Valutazione dei Rischi Interferenziali – DUVRI
I costi della sicurezza negli appalti aziendali e la loro indicazione nel DUVRI
Costi della sicurezza nei lavori e servizi e subappaltatori

La qualificazione delle imprese appaltatrici secondo criteri di sicurezza

Le norme in vigore: Gli impianti in azienda: dalla legge 46/90 al D.lgs.37/2008; L’affidamento di lavoro, servizi e forniture nel D. Lgs. 81/2008 – art.26 e art.90; D.P.R. 177/2011 in tema di spazi confinati
Documentazione opportuna sulla qualifica dei fornitori in attesa della prevista ulteriore normativa pubblica
Il regime di solidarietà tra committente datore di lavoro e appaltatore in caso di “irregolarità” retributiva, contributiva e fiscale

Verifica finale dell’apprendimento

Docente: Ing. Massimo PACINI − Studio Ferrari e Pacini

-.-.-.-.-.-

6° Incontro: 12 giugno 2019 Orario: 09.00-13.00 / 14.00-18.00

La verifica della corretta impostazione della valutazione del rischio stress lavoro correlato.
Corso di aggiornamento per RSPP/ASPP, Dirigenti, Coordinatori sicurezza, Formatori Area 2.

Programma

Analisi delle sorgenti normative di riferimento
La metodologia INAIL edizione settembre 2017
L’importanza della fase propedeutica alla valutazione:
la costituzione del Gruppo di Gestione della Valutazione, la sensibilizzazione e informazione della popolazione aziendale, la strutturazione della valutazione preliminare
La valutazione preliminare nel dettaglio: aspetti salienti e criticità
Le misure correttive e la loro implementazione
La valutazione approfondita nel dettaglio: opportunità e attenzioni
“Diamo forma” al Documento di Valutazione del rischio da Stress lavoro Correlato
Come affrontare e gestire un’ispezione degli Organi di Controllo e Vigilanza

Verifica finale dell’apprendimento

Docente: Dott. Massimo SERVADIO – Psicoterapeuta e Psicologo del Lavoro e delle Organizzazioni. Esperto in Psicologia della Salute Organizzativa e Psicologia della Sicurezza Lavorativa

Quota di partecipazione percorso completo (6 gg)
Euro 950,00 + IVA (22%) per le aziende associate all’Unione Industriali di Savona
Euro 1.200,00 + IVA (22%) per le aziende non associate all’Unione Industriali di Savona

Quota di partecipazione per ogni singolo modulo
Euro 190,00 + IVA (22%) per le aziende associate all’Unione Industriali di Savona
Euro 240,00 + IVA (22%) per le aziende non associate all’Unione Industriali di Savona

La quota è da intendersi al netto delle spese accessorie (bolli, bonifico bancario, ecc.) e dovrà essere versata entro la data di inizio del corso a Centroservizi S.r.l. (P.Iva 00861910099) e comunque a seguito di conferma dello svolgimento da parte della Segreteria Organizzativa.

Si evidenzia che in ogni caso il rilascio dell’attestato di frequenza avverrà successivamente al pagamento della quota di adesione.

Il pagamento potrà essere effettuato a mezzo:

bonifico bancario da effettuarsi sul c/c n° 000000534680 intestato a Centroservizi S.r.l. – Savona (P.IVA. 00861910099) presso BANCA CARIGE SPA – Agenzia n. 7 Via Gramsci 62 – Savona – ABI 06175 – CAB 10607 – CIN: S – IBAN: IT97S0617510607000000534680 – BIC : CRGEITGG. Tale conto corrente deve essere inteso quale quello dedicato ai sensi dell’art.3 della L.n.136/2010

Per 3 o più partecipanti della stessa azienda viene praticato uno sconto del 10%.

Sono inoltre previste convenzioni – abbonamenti e condizioni agevolate per iscrizioni multiple. Per informazioni contattare la Segreteria.

Disdetta iscrizione
Qualora non prevenga disdetta scritta almeno 5 giorni lavorativi prima della data dell’evento, verrà fatturata l’intera quota di partecipazione.
In ogni momento è possibile sostituire il partecipante

Segreteria Organizzativa
Vilma Ferrari – Unione Industriali Savona – Area Economia d’Impresa
Tel. 019 85531 Fax 019 821474 e-mail: ferrari.v@uisv.it

Luogo

Unione Industriali Savona
Via Gramsci, 10
Savona, 17100 Italia
+ Google Maps
Edinet - Realizzazione Siti Internet